Piano di transizione 5.0 con Glayx

Glayx il tuo partner per la transizione 5.0

Il Piano Transizione 5.0, recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri e pubblicato in Gazzetta, rappresenta un’importante iniziativa per l’industria italiana. Con una dotazione finanziaria di 6,3 miliardi di euro per il biennio 2024-2025, si somma alle iniziative già esistenti del Piano Transizione 4.0, offrendo un’opportunità per il progresso economico e ambientale.

Incentivi Complementari per una Transizione Energetica
Il Piano Transizione 5.0 e il suo predecessore, il Piano Transizione 4.0, sono due incentivi complementari che lavorano in sinergia per promuovere l’innovazione e la sostenibilità. Mentre il Transizione 4.0 continua a incentivare l’acquisto di beni 4.0, il Piano Transizione 5.0 punta ad aumentare gli incentivi per gli investimenti che portano a risparmi energetici o miglioramenti dell’efficienza energetica.

Il credito d’imposta Transizione 5.0 è cumulabile con altri incentivi, ad eccezione del Credito d’Imposta Transizione 4.0 e il credito d’imposta per investimenti nella ZES unica, offrendo un sostegno per l’adozione di pratiche più sostenibili e innovative da parte delle imprese italiane.

Investimenti 5.0
Il Piano Transizione 5.0 offre un Credito d’Imposta per le spese sostenute tra il 1° Gennaio 2024 e il 31 Dicembre 2025, consentendo alle imprese di utilizzarlo immediatamente o di diluirlo in cinque quote annuali. Questo beneficio è rivolto alle imprese che investono in attività considerate “trainanti”, le quali offrono la possibilità di estendere l’agevolazione anche su interventi definiti “trainati”.

Intervento “trainante”

Acquisto di beni strumentali materiali o immateriali 4.0 nuovi, ricompresi negli Allegati A e B della L. 232/2016

Intervento “trainato”

  • Acquisto di beni necessari per l’autoproduzione e l’autoconsumo da fonti rinnovabili (ad esclusione delle biomasse): Fotovoltaico con storage elettrico
  • Formazione del personale in competenze per la transizione verde (solo il 10% del valore fino a 300K € e con formatori esterni)
Piano di transizione 5.0 con Glayx

Piano Transizione 5.0 – Cosa prevede e chi può accedere

Sono idonee all’incentivo tutte le imprese, indipendentemente dalla dimensione, forma giuridica, attività economica o dalla localizzazione geografica in Italia, a condizione che non siano in stato di liquidazione.

Intervento “Trainante”: Software di gestione attiva degli asset energetici Pshave®

I sistemi di Energy Intelligence come la nostra piattaforma Pshave® svolgono un ruolo fondamentale nel guidare la transizione energetica. Attraverso questo software per la gestione attiva degli asset energetici di stabilimento offriamo una soluzione completa per rispondere pienamente ai requisiti indicati nell’allegato B come intervento “trainante” del Piano Transizione 5.0.

Con Pshave® le imprese possono accedere e massimizzare le opportunità offerte anche dagli interventi “trainati”, garantendo nel contempo il rispetto dei requisiti di risparmio energetico imposti dal Piano 5.0.

Per garantire il rispetto del principio di non arrecare un danno significativo all’ambiente, sono esclusi dalle agevolazioni gli investimenti destinati a:
a. Attività direttamente legate ai combustibili fossili;
b. Attività nell’ambito del sistema di scambio di quote di emissione dell’UE (ETS) che generano emissioni di gas a effetto serra previste superiori ai parametri di riferimento;
c. Attività legate a discariche di rifiuti, inceneritori e impianti di trattamento meccanico biologico;
d. Attività che generano elevate quantità di sostanze inquinanti classificate come rifiuti speciali pericolosi, il cui smaltimento a lungo termine potrebbe danneggiare l’ambiente;
e. Gli investimenti in beni gratuitamente devolvibili delle imprese operanti in concessione e a tariffa in settori come energia, acqua, trasporti, infrastrutture, poste, telecomunicazioni, raccolta e depurazione delle acque di scarico e raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Piano di transizione 5.0 con Glayx
Piano di transizione 5.0 con Glayx

Piano Transizione 5.0 – Perché usare un software di Business Intelligence

Il nostro sistema Pshave® va oltre il semplice monitoraggio dei consumi, che richiederebbe comunque ulteriori investimenti per raggiungere i livelli di risparmio energetico richiesti dal Piano 5.0, e mira ad un controllo attivo automatico in tempo reale dei sistemi energetici che ottimizzi sia l’aspetto economico che ambientale dell’impianto, portando a risparmi medi superiori al 10% e a un significativo aumento dell’efficienza energetica.

Come calcolare i Risparmi Energetici

  • Riproporzionare i conteggi su base annuale;
  • Fare riferimento ai consumi energetici registrati nell’esercizio precedente a quello in cui si avviano gli investimenti;
  • Il risparmio sui consumi deve essere “al netto delle variazioni dei volumi produttivi e delle condizioni esterne che influiscono sul consumo energetico”.

INTERVENTO “TRAINATO”

Opportunità di installazione “chiavi in mano” degli impianti fotovoltaici con storage elettrico

Grazie all’ intervento “trainante”, le imprese possono effettuare investimenti nell’autoproduzione di energia, compresi impianti fotovoltaici con storage elettrico, ottimizzabili attraverso il nostro sistema di Energy Management Pshave®.

Glayx offre soluzioni complete “chiavi in mano” per il fotovoltaico con batterie, dalla progettazione alla realizzazione dell’intera operazione.

L’intero valore dell’investimento, incluso il costo dello storage elettrico BESS, può essere immediatamente presentato per accedere al Credito d’Imposta Complessivo, con la possibilità di un pagamento parziale posticipato per il BESS.

Piano di transizione 5.0 con Glayx

Inoltre, è possibile valorizzare il costo dell’intero impianto fotovoltaico, selezionando moduli prodotti in Unione Europea ad alta prestazione.

Piano di transizione 5.0 con Glayx

Piano Transizione 5.0 – Cosa fare per ottenere le agevolazioni

Procedura di adesione

  1.  Le imprese devono presentare al GSE la certificazione ex ante e la comunicazione ex ante, che attesta le caratteristiche del progetto di investimento e i risultati conseguibili, nonché la comunicazione ex ante con la descrizione del progetto di investimento e il costo dello stesso;
  2. Il GSE verifica la documentazione e trasmette al Ministero l’elenco delle imprese che hanno richiesto l’agevolazione e l’importo del credito prenotato, se ci sono risorse disponibili;
  3. Le imprese devono inviare al GSE comunicazioni periodiche sull’avanzamento dell’investimento, determinando l’importo del credito utilizzabile, entro il limite massimo prenotato. Saranno quindi ammesse variazioni in diminuzione (es. minori investimenti o minor risparmio) ma non in aumento;
  4. Al termine dell’investimento, l’impresa comunica al GSE il completamento dell’investimento con la certificazione ex post;
  5.  Il GSE trasmette all’Agenzia delle Entrate l’elenco delle imprese beneficiarie e l’importo definitivo del credito utilizzabile;
  6. L’impresa deve presentare il modello F24 entro il 31 dicembre 2025 per fruire del credito. Se l’impresa non utilizza l’intero credito, può portare in avanti l’importo non utilizzato e utilizzarlo in cinque quote annuali.

Resta obbligatoria anche l’attestazione dell’avvenuta interconnessione.

Certificatore Esterno

Il beneficio previsto è condizionato alla presentazione di certificazioni rilasciate da un valutatore indipendente. Queste certificazioni attestano, in fase preventiva, la riduzione dei consumi energetici ottenibile attraverso gli investimenti nei beni specificati e, successivamente, la reale implementazione degli investimenti conformemente alla certificazione preventiva.

Gli Esperti in Gestione dell’Energia (EGE) certificati e le Energy Service Company (ESCo) certificate sono tra i soggetti autorizzati al rilascio di tali certificazioni.

Glayx, in qualità di ESCo certificata, può gestire l’intera procedura di riconoscimento da parte del GSE, misurando direttamente i benefici dell’intervento in corso d’opera.

Per le piccole e medie imprese, le spese sostenute per ottenere la certificazione sono riconosciute come un aumento del credito d’imposta fino a un massimo di 10.000 euro, rispettando comunque il limite massimo stabilito.

Perché scegliere Glayx

  1. Il nostro sistema di Energy Management Pshave® offre un accesso immediato agli investimenti “trainati” del Piano Transizione 5.0, senza ulteriori investimenti sul processo, e consente di includere l’intero valore dell’investimento in tutte le classi, comprese quelle al 40% e 45%, garantendo un risparmio sui consumi energetici grazie all’ottimizzazione in tempo reale degli asset energetici. Questo permette di presentare l’intero valore dell’investimento consentendo l’accesso al Credito d’Imposta Complessivo.
  2. Glayx offre un approccio completo “chiavi in mano” per la transizione energetica, dalla progettazione alla realizzazione, incluso l’intervento “trainato”, dalla progettazione alla realizzazione di impianti fotovoltaici, con eventuali batterie per lo storage elettrico, ottimizzati e gestiti dal nostro software.
  3. Glayx può gestire l’intera procedura di riconoscimento da parte del GSE in quanto ESCo certificata, misurando direttamente i benefici dell’intervento in corso d’opera. Offriamo uno studio di fattibilità con Business Plan dell’investimento e gestiamo l’intera pratica, compresa la dichiarazione EX ante, la dichiarazione EX post, i Certificati Bianchi e le successive rendicontazioni.

Contattaci per Maggiori Informazioni

Se sei interessato a sfruttare le opportunità offerte dal Piano Transizione 5.0 e vuoi saperne di più su come possiamo supportarti nella tua transizione energetica, contattaci.
Siamo qui per guidarti verso un futuro più sostenibile e redditizio per la tua impresa, o come diremmo noi: Stepping into a green world!